Fecondazione In Vitro

Che cosa è la Fecondazione In Vitro?

fiv

La Fecondazione In Vitro è anche chiamata FIV (per le sue iniziali).

E l’unione dell’ovulo e dello spermatozoo in laboratorio. L’ovulo già fecondato si coltiva in laboratorio a fine di ottenere embrioni, che vengono poi trasferiti in utero. L’unione delle due cellule può essere realizzata mediante FIV convenzionale o mediante iniezione intracitoplasmatica degli spermatozoi chiamata ICSI.

Indicazioni per la Fecondazione In Vitro

fiv_2

  1. Donne con ostruzione delle trombe di Falloppio
  2. Coppie che non hanno raggiunto la gravidanza mediante altre tecniche più semplici
  3. Coppie con grave fattore maschile
  4. Endometriosi
  5. Sterilità di origini sconosciute
  6. Donne con una riserva di ovuli limitata
Fai una domanda

Il tuo messaggio

captcha Introducing this code I accept Conditions

Tasso di gestazione

Tasa de embarazo clínico en el que se observa latido cardíaco.

 

75%
< 35 anni
29%
35-40 anni
12%
> 40 anni

Tecnica applicata per la fecondazione in vitro FIVET

reeptora_iconoflechapuncion_iconoflechafecundacion_iconoflechacultivo_iconoflechatransferencia_iconoflechavitrificacion_iconoflechaconfirmacion_iconoflechaembarazo_icono

Per eseguire un ciclo di fecondazione in vitro, FIV presso la Clinica Fertia ci sono diversi passi a eseguire durante il trattamento. Questi sono descritti nei seguenti punti:

1. Stimolazione ovarica

2. Puntura ovarica

3. Fecondazione in laboratorio

4. Coltura embrionale

5. Trasferimento embrionale

6. Vitrificazione degli embrioni avanzati

7. Conferma della gravidanza

8. Per ultimo, l'ecografia

 
 

fiv_3

La fecondazione in vitro con sperma di donatore

La Clinica Fertia lavora con le principali banche del seme del nostro paese, questo ci permette di selezionare il campione del donatore che meglio si adatta alle caratteristiche fisiche (razza, colore degli occhi, dei capelli, altezza, peso e gruppo sanguigno) della donna e del partner. La fecondazione in vitro FIVET con seme di donatore è indicata nei seguenti casi:

  1. Coppie con alterazione grave o irreversibile di sperma
  2. Insuccesso di una fecondazione con lo sperma del partner
  3. Coppie in cui il maschio ha un rischio di trasmettere una malattia genetica alla prole che non può essere scartato in embrioni
  4. Scarsa qualità embrionale o insuccesso di impiantazione ripetuta in cui si sospetta un fattore maschile come la causa principale
  5. Donne senza partner maschile

Richiedi il tuo primo appuntamento

Prima consultazione è gratuita